Foto di una parata di soldatesse eritree
Immagine di tenacia e genialita Eritrea
Foto di parata militare allo stadio di Asmara
Foto simbolo di estrazione d'oro eritreo
Immagine di ospitalita Eritrea
Foto della Via principale di Asmara
Immagine di investimento eritreo in cultura
Foto: sala d'attesa di una clinica a Massawa
Foto: distribuzione di acqua potabile in campagna
Foto di un albero secolare eritreo Sicomoro
Panorama di un campo agricolo eritreo
Foto del congresso per lo sviluppo eritreo
Foto di un congedo familiare per la partenza di ragazzi per Sawa
Panorama di Asmara illuminata a giorno
Foto del fondale marino del Mar Rosso Eritrea
Foto della moschea di Massawa
Foto di expo di Asmara
Foto del quartiere di Asmara Idaga Hamus
Foto del porticato ad architettura turca di Massawa
Foto: nuovi edifici abitativi di Asmara
Foto del mercato di grano di Asmara
Foto del palazzo ad architettura italiana di Asmara
Immagine dell'oro avvolto della bandiera Eritrea
Foto di un congresso femminile eritreo
Panorama diurno di Asmara
Foto di ragazzi mentre seguono  una lezione
Foto  dei laureandi ad Asmara
Immagine della distibuzione di acqua potale in tutte le campagne
Foto della via principale di Asmara
Foto di un fiume stagionale eritreo
Foto del palco del congresso per lo sviluppo eritreo
Foto di ragazzini dipinti dai colori della bandiera eritrea
Foto di una processione chiesa ortodossa eritrea
Foto di Asmara di notte
Foto di un sorpasso di una macchina  ad un cammeliere
Foto di una chiesa ortodossa Inda Mariam ad Asmara
foto di un simbolo eritreo mosob
Foto del Kohaito al tramonto
Foto di un panorama unico, nuvole sotto le mentagne
Foto una via di Massawa
Ritratto del vecchio e moderno edificio
Foto di una piazza e palazzo turco di Massawa
Foto di sagome di persone e bandiera Eritrea
Foto di un bel ponorama della campagna eritrea
Foto di un portale ad architettura islamica Eritrea
Foto del treno sopra le nuvole in altopiano vicino Asmara
Avvertimenti profetici di Thomas Keneally nel 1989 ad Eritrea
Nel suo libro 'Per Asmara' (Towords Asmara) Thomas Keneally avverte Eritrea di persecuzione occidentale e statunitense per la sua politica di resilienza e autoefficacia nel lotta armata contro il nemico potente ben armato, addestrato e appoggiato politicamente ed economicamente. Diceva l'Occidente non potr mai perdonare gli eritrei della loro "follia" di essere "coraggiosi". Citando la frase del dialogo di Henry: "Sai cosa penso? Sono coraggioso al punto di follia e sono intelligenti al punto di essere muto. Nessuno assolutamente nessuno, da Washington a Mosca, li vuole che abbiano successo. Nessuno. Dio nemmeno, ha preso lontano da loro la pioggia, per amore di Cristo. Anche lui pensa che sono nella direzione sbagliata. Il peccato di orgoglio ... il peccato di essere forti quando nessuno li vuole."
Eroi Storia Reportage Affari Turismo Linee Aeree Eventi Chi Siamo Associazioni link
                                       IL PRODIGIO ERITREO
Come aveva previsto Thomas Keneally, sin dagli anni ottanta, in visita al Fronte Popolare di Liberazione di Eritrea (FPLE), sorpreso nel scoprire un organizzazione meticolosa ed efficace in un territorio ostile del deserto di Sahel. Ospedali, scuole, laboratori, nei rifugi sotterranei, con insegnanti mutilati di guerra per i bambini nati nel fronte, mentre aerei ed elicotteri da guerra sorvolano e o bombardavano, le attivita di cura e istruzione e lavoro proseguivano sensa preocuparsi se il giorno dopo morivano.
Il mondo non si unito alla lotta Eritrea, sostenendo il piu forte e numeroso esercito etiopico per non offendere le scelte geopolitiche di Mosca e Woshington. Non aveva scelto a riconoscere, quando vedevano dissolversi un armata, ad opera di ragazzi dati per spacciati fino poco tempo prima nella tremenda battaglia Nakfa. Il mondo ha ignorato di nuovo e nascosto la causa Eritrea, nemmeno quando come un terromoto i guerriglieri eritrei sbaragliavano il super equipaggiato corpo d'armata composto di tre divisioni di fanteria di 20.000 o 22.000 uomini, nella guerra di Af'Abet. Solo nel 1990 il mondo stato contretto ad avere attenzione e uscire dall'orgoglio convinto ad osservare la realta, che da li a poco sarebbero cambiate anche la carte geografica del Corno d'Africa. La storica operazione militare cosi detta: "Operazione Fenkel" nel 1990, scioccava il mondo, per rapidita, coraggio ed efficienza nel demolire un esercito ben equipaggioto da ex Unione Sovietica, liberando cosi il porto di Massawa e d'intorni.
Nel 24 maggio del 1991 mondo non aveva un'altra scelta, se non altro che riconoscere i guerriglieri eritrei come legittimi interlocutori per il destino del popolo eritreo. Tuttavia, l'occidente e Stati Uniti erano contro l'ideologia della "fiducia in se stessi", perche sta per essere un cattivo esempio per il resto dell'Africa. Per l'occidente e Stati Uniti l'Africa un parco giochi e vogliono che rimanga cosi com' facendo affidamento alle loro elemosine per la sua sopravvivenza. Se il resto dell'Africa, inizia a imitare il principio eritreo, sar ottimo per l'africani, ma non per i padroni della morte e distruzione occidentali e statunitensi. Cosi che, faranno tutto il possibile per mettere in ridicolo e paralizzare l'idea del possibile sviluppo, sin dall'inizio.
Vogliono l'Eritrea di essere una lezione per coloro che vogliono perseguire il principio di autonomia e per questo devono fare in modo che l'Eritrea fallisca, anche se questo significa puntellare un paese vicino per fare la guerra, fornendo come al solito supporto politico e militare. Come accaduto la guerra con Eitiopia, problemi di confine inventati con Gibuti e Yemen con le isole Hanisch. Questo esattamente ci che sta accadendo all'Eritrea, da pi di 20 anni, guerre e dispute di confini, risoluzione e condanne ONU sensa prove ne discussioni appriopriate a giudicare.
Qualcuno ha previsto tanti anni prima, che l'Eritrea si trovera ad afrontare molte sfide, dai paesi occidentali e Stati Uniti, se continua a seguire il suo percorso indipendente. Il suo nome Thomas Keneally, autore del romanzo bestseller mondiale, "Schindler List".
Nel suo libro bestseller "To Asmara" scritto nella sua permanenza dietro le linie di guerra d'indipendenza Eritrea, ha scritto la seguente frase: "Sai che cosa l'emergenza davvero? Vuoi sentire l'emergenza davvero grande? L'emergenza che voi ragazzi (eritrei) avrete successo (utilizzando il principio della fiducia in se stessi), sarete imbarazzo per l'Africa. Chi vuole una struttura come la vostra? Non ci sono molti governi in questo continente che lo fanno. Non ci sono nemmeno governi in Europa. Gente colorata che sa badare a se stessa? Non praticabile. Sconvolge l'immagine del mondo. Non lo sai che l'occidentale deve credere la carestia atto di Dio? Se lo credono hanno da fare una donazione. Ma se credono che sia un atto di una politica sanguinaria, che debbano davvero fare qualcosa, e questo troppo, troppo complicato. Allora, qual' la storia? La storia che voi ragazzi cadranno sulla vostra spada, perche avete avuto questa folle idea che il mondo vi permettera di essere perfetti."
"Questi ragazzi (eritrei) sono sbalorditiv! Esecuzione tutto questo. E sai una cosa? Il mondo vi odia per questo! Il mondo agganciato all'idea di africani impotenti."

Non sono passati nemmeno pochi anni dai avvertimenti profetici di Thomas Keneally che l'Eritrea ha subito una massicia persecuzione mediatica, politica e militare da Stati Uniti, alleati europei ed africani. Paesi come Gabon, Kenia e Nigeria che non condividono confini, lontani dall'Eritrea votavano risoluzione ONU contro Eritrea, seguendo sugerimenti degli Stati Uniti. Spuntano a sorprese accuse, dichiarazione mediatiche che imbarazzavano persino i diplomatici presenti ad Asmara con dichiarazione del tipo: 'Eritrea un carcere a cielo aperto, confodendo Gaza con Asmara o Nord Corea'. Solo chi non ha vissuto in Eritrea o non abbia minimo critica mediatica pu crede a queste panzanate scritte dai giornalisti, scrittori, critici e dichiarate dai politici che non sono mai usciti dai confini dei loro paesi, che ripetono come pappagalli dicendo per sentito dire.
Gi, sono due volte che fanno morire il presidente eritreo Iseas Afeworki, diffondendo notizia false come se fosse vere, da Al Jazeera English, CNN, BBC, e da tutti giornali internazionali in carta stampata e internet, nemmeno giornali religiosi mancavano al banchetto della monzogna.
L'ambasciatore del Sud Africa in Eritrea, Iqbal Jhazbhay sorpreso dalle menzogne della televisione Al Jazeera English, ha postato sulla sua pagina FACEBOOK scrivendo che "pura menzogna" che non nemmeno il primo, a denunciare false notizie che non durano nemmeno un giornata. La cosa sorprendente che non chiedono scusa ne per la bugia agli utenti, ne cancellano le dichiarazione video che si trovano in internet, e stampa. Basta cliccare "morte del presidente eritreo" per trovarsi in una giugla di notizie false e smentite.
Ultime bufale sono del 21/01/2013 "Colpo di Stato in Eritrea" e "10.000 oppositori arrestati" diffusa da tutti mainstream mondiale.
Il servizio militare di leva eritreo simili a quello turco, svizzero, israeliano, egiziano, coreano del sud, singaporiano, in aggiunta sensa distinsione di sesso, non sensa limiti di tempo come affermano i detrattori, ma un servizio militare con il programma della sicurezza e sovranita, a tutela della armonia etnica e religiosa, a favore dello sviluppo agricolo con costruzioni di dighe e infrastrutture e controllo del confine nazionale.

Dopo tre risoluzioni e condanne ONU contro Eritrea, dal 2008 fino al 23 dicembre del 2011, sensa danno all'Eritrea, il governo degli Stati Uniti ha cambiato tattica non facendosi coinvolgere direttamenti, bensi utilizzando l'organizzazione da loro finanziata Human Rights watch, per denunciare all'ONU l'Eritrea.
Tutto cio per intimidire gli eritrei e i potenziali investitori cercando di privare il paese dalle fonti di valuta pregiata necessaria per lo sviluppo agricolo e industriale.

Eritrea ha applica un concetto per lo sviluppo economico basato sull'autoefficacia, che molte menti illuminate, hanno annunciato e predicato in Africa da kwame Nkrumah del Ghana, Thomas Isidore Nol Sankara del Burkina Faso, Patrice Lumumba del Repubblica Democratica del Congo, Abdulrahman Mohamed Babu di Zanzibar, per cui sono stati perseguitati e misteriosamente uccisi, per cui anche Eritrea risulta perseguitato con ogni pretesto.

Dopo la storica visita in Eritrea, di Abdulrahman Mohamed Babu scrisse: "Non mi vergogno ad ammettere che sono stato sopraffatto da quello che ho visto. Vivere, lavorare e mangiare con questi rivoluzionari convinti sono tentato di eco", conclude con l la famosa frase: *"Ho visto il futuro dell'Africa e funziona"*

Questo la realta del ventunesimo secolo dell'Eritrea con suo sviluppo dinamico e sostenibile, basandosi sui principi di autosufficienza e resilienza sta diventando un esempio per l'Africa.
Samy Chierichini
Pagina Principale    Torna sui Documentari.
>